Articolo
FONT SIZE :
fontsize_dec
fontsize_inc
Autore: TCOD
Visualizzazioni: 6
Tempo: 19:11:00 | 2 anni fa

Recensione libro: Change Correct - Loes Den Hollander

Il cambiamento è il settimo racconto eccitante letterario Loes den Hollander. Nel libro ci incontriamo Lenie e Michael, una coppia perfetta a prima vista.

Il libro

Dati
ISBN 90-611-2439-5
Editore: Carattere Publishers B.V.
Contenuto
Michael e Lenie sembrano avere un matrimonio perfetto. Quando la loro figlia più giovane ucciso in un giorno viene fatta risalire a un hotel a Maastricht il dump loro mondo insieme. Invece del loro processo di lutto insieme, uccidendo i due derive a parte. Eventi passati forniscono ulteriori tensioni e complicare le indagini. Come Lenie tempo fa amicizia con Michael di trovarsi di fronte ad un nuovo problema. Michael viene a sapere che egli ha sottovalutato la sua responsabilità per un errore del passato pesante e la sua famiglia sarà ora portare al disastro.
Recensione
La storia è scritta con una posizione variabile, a volte si seguono Lenie, altre volte siete nel ruolo di Michael. Si segue da vicino la linea di pensiero dei due personaggi principali, in modo da ottenere di conoscerli a fondo, ma il battibecco costante funziona nel lungo periodo sui nervi. E 'troppi pensieri e troppo poca azione.
Lo stile di scrittura che chiamerei staccato: l'autore utilizza frasi brevi, a volte una sola parola capitoli lunghe e corte, lunghe al massimo cinque pagine. Il vantaggio è che si legge velocemente e si può trovare un sacco di pause di riposo nel libro. Lo svantaggio trovo che ci vuole il momento fuori dalla storia. All'inizio ho avuto molto difficile abituarsi a questo stile di scrittura, ne sono Stephen King abituati con descrizioni dettagliate e confronti. Quelle cose non indietro nel vostro cambiamento, c'è molta enfasi su quello psicologico, piuttosto che sulle descrizioni del setting e personaggi. Ci sono anche alcuni reperti belle in lingua, cosa ci si potrebbe aspettare da un thriller letterario.
La trama fa un corso di strano: all'inizio del romanzo sembra più come un dramma psicologico di un thriller, al centro del libro guiderà l'aspetto thriller di verso l'alto, poi a finire di nuovo come un dramma psicologico. L'autore sta cercando di mettere costantemente sulla strada sbagliata, ma in qualche modo mi sentivo il finale già venuta. La trama è abbastanza eccitante da voler leggere, ma non davvero sorprendente e innovativo.
Nel complesso ho trovato un libro piacevole da leggere, ho letto in tre giorni, perché mi ha affascinato e ho voluto sapere come sarebbe finita, ma il titolo di "Thriller letterario" Trovo ancora preso un po 'troppo alto.

Il ateur

Anche se Loes den Hollander ha scritto fin da bambina, la sua carriera di scrittore è iniziata solo nel 2001, quando ha vinto un concorso di scrittura di libellula. In precedenza, si è concentrata sulla sua carriera nel settore sanitario. Nel 2006 ha dato il suo lavoro come direttore di un istituto di cura, e ha continuato a scrivere a tempo pieno. Ha trovato un editore e Venerdì, il suo primo romanzo, divenne ben presto una realtà. Questa è stata seguita nel 2010, altre sei thriller letterari. Ha scritto colonne precedenti e storie per riviste famose femminili. Dal 2002 al 2009 è stata direttore di Idea, una rivista specializzata per l'assistenza sanitaria, e fino ad oggi è ancora come ospite autore attaccato alla foglia.
Commenti (0)
Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha