Articolo
FONT SIZE :
fontsize_dec
fontsize_inc
Autore: snick422
Visualizzazioni: 71
Tempo: 16:59:38 | 1 anno fa

L'imposta sulle bevande energetiche approvata dai deputati

L'imposta sulle bevande energetiche approvata dai deputati

Il Parlamento ha votato ieri Giovedi 24 ottobre a favore di un prelievo di un euro al litro per le bevande energetiche.

Si chiama "tassa Red Bull", ma mira anche mostro o altro Burn, vale a dire le bevande contenenti più di 0,22 g di caffeina e 0,3 g di taurina per litro.

25 centesimi prelevati da ogni poliziotto

Presentato dal relatore socialista Gérard Bapt, questo emendamento al finanziamento Social Security Act 2014 è stato adottato dai deputati ieri.

Si tratta di prendere un euro al litro su bevande energetiche o di circa 25 centesimi per ogni lattina.

"Non è una misura fiscale, ma la salute pubblica", ha assicurato Gérard Bapt, che ricorda di effetti collaterali, più volte individuati dai professionisti della salute.

L'ultimo avvertimento è venuto dalla Agenzia Sanitaria di Sicurezza Nazionale nella fornitura di settembre. L'Agenzia non raccomandato combinare bevande energetiche con l'alcol e lo sforzo fisico.

Una tassa annullata dal Consiglio costituzionale nel 2012

La tassa era stata adottata lo scorso anno in sede di esame di PLFSS per il 2013, ma è stato annullato dal Consiglio costituzionale.

Da allora, i sostenitori di tale imposta hanno rivisto la loro tesi. Mentre l'anno scorso hanno accusato bevande energetiche incoraggiare il consumo di alcol tra i giovani, si lamentano, questa volta, i pericoli di queste bevande sulla salute.

Commenti (0)
Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha